Comune di Rimini, nasce il welfare delle capacità

Un progetto del Comune di Rimini finanziato dalla Regione Emilia-Romagna




Si chiama "Empowerment e qualità del lavoro. Un processo di partecipazione per il territorio di Rimini", il nuovo progetto del Comune di Rimini cofinanziato dalla Regione Emilia Romagna.
Il progetto prevede la realizzazione di un percorso partecipato finalizzato ad approfondire il tema del welfare delle capacità, individuato come ambito di lavoro dal Piano strategico, per verificare la possibilità di utilizzare questo nuovo approccio nelle politiche e negli interventi promosse dall’Amministrazione e dagli altri soggetti che operano sul settore del sociale.

A differenza del modello fino a oggi prevalente di welfare, che opera in riferimento alle condizioni di vita dell’individuo e prende come parametro esclusivo il reddito, il welfare delle capacità lavora, appunto, sulla “capacitazione” ovvero sul potenziamento delle persone affinché possano essere libere di realizzare appieno gli obiettivi che ritengono più consoni alla propria natura e alle proprie attitudini. Nella pratica, questo approccio si concretizza nell’investire non tanto o non solo per sanare temporaneamente situazioni di emergenza ma piuttosto per sostenere le persone, a cominciare da quelle in condizioni di difficoltà, allo scopo di renderle progressivamente capaci di esprimere al meglio il proprio potenziale.

Il progetto - spiega il Comune di Rimini - che si concluderà nel prossimo mese di giugno, si svilupperà attraverso due attività principali: un percorso formativo comune rivolto a tutti gli enti, pubblici e privati, che a Rimini operano in materia di lavoro e altre azioni informative volte a sensibilizzare la cittadinanza su questi temi.


30 Gennaiio 2013