Gli Isma entrano nel network di Linea Amica

Il Segretariato Sociale Isma s’inserisce in una rete di oltre mille strutture della Pubblica Amministrazione italiana





Per stare più vicno ai cittadini e contribuire al miglioramento del servizio pubblico, Isma entrano nel network di Linea Amica, la più grande rete europea di uffici relazioni con il pubblico.
Fanno parte del Network, tra gli altri, INPS, INAIL, INPDAP, Agenzia delle Entrate, Comune di Roma, Comune di Milano, Centri di Prenotazione Sanitaria del Lazio e dell’Emilia Romagna, molti Ministeri, Regioni ed Enti locali e da questo momento anche gli Isma con la propria unità operativa, Segretariato sociale.

Un’opportunità offerta da Linea Amica per allargare il proprio bacino d’utenza attraverso il Contact center che mette in relazione il Segretariato dell’Ente con i cittadini che hanno bisogno dei servizi erogati e non hanno preso contatto direttamente, ma anche per potenziare le performance del servizio pubblico grazie all’indirizzamento alle autorità competenti delle le richieste pervenute che non sono di competenza degli Istituti.

L’inserimento all’interno del Network conferisce altresì al personale dell’Ente un’implementazione delle proprie competenze attraverso la partecipazione a corsi di formazione “Front Office Chiavi in Mano” e un ‘ottimizzazione dell’organizzazione del lavoro grazie all’invio mensile dei dati relativi ai flussi di contatto con il pubblico, delle Faq (domande e risposte frequenti) e alla segnalazione delle istanze non di competenza dell’Ente.

Da questo momento inoltre gli utenti degli Isma e tutti i cittadini potranno essere aggiornati sulle novità, i servizi e gli eventi dell’Ente leggendo la newsletter di Linea Amica, ricevere informazioni su scadenze, bandi e notizie di interessi pubblici ascoltando Radio PA Amica, il notiziario radiofonico trasmesso su un circuito di circa 60 emittenti, e seguire gli eventi guardando Youtube Linea Amica Video.

Un’iniziativa voluta dall’Ente per coltivare la relazione e il dialogo con il cittadino, ma anche per potenziare la rete di scambio e di cooperazione con le altre amministrazioni del territorio che operano nel sociale e contribuire all’efficienza generale del servizio pubblico italiano.


24 Dicembre 2012