“ChrIStMAs Days” 2012: la solidarietà passa per la rete
 
In foto
l’ass. Politiche sociali della Provincia di Roma, 
Claudio Cecchini (a sinistra),
il vicepresidente Isma, 
Salvatore Doddi (al centro)
  e il segretario generale Isma, Maria Capozza (a destra).


A Roma



Tra Isma e Provincia di Roma c’è un consolidato rapporto di collaborazione e di partenariato che da nove anni mette in essere numerosi progetti e iniziative. Gli Isma sono infatti protagonisti, con la professionalità e la passione che da sempre li contraddistingue, di interventi pubblici di solidarietà volti a favorire il benessere e la salute dei cittadini del territorio romano e laziale in maniera diretta. Questo mercatino ne è una dimostrazione tangibile”.
Con queste parole Claudio Cecchini, assessore alle Politiche sociali della Provincia di Roma, ha inaugurato la II edizione de “ChrIStMAs Days”, il mercatino natalizio del sociale degli Isma realizzato in collaborazione con la cooperativa Fare Sociale e l’Università popolare associazione di promozione sociale Vitattiva.

"In un momento, come il Natale, in cui si respira ovunque profumo di solidarietà- ha dichiarato in una nota il presidente Isma, Guido Magrini - noi che da sempre siamo impegnati nel sociale, non potevamo non contribuire con una manifestazione solidale.
Vorremmo con questa iniziativa non soltanto promuovere i nostri servizi, ma mettere a confronto anche le diverse realtà che animano il volontariato e l’assistenza. Questo mercatino è prima di tutto un invito al dialogo".


Il vicepresidente Isma, Salvatore Doddi, ha quindi colto l’occasione per spiegare il significato del Natale e l’impegno dell’Ente nel perseguimento della sua mission di solidarietà:
"Per l’Isma il Natale è un’occasione per sentirsi parte di una famiglia ben più allargata di quella parentale: siamo infatti tutti parte di una società di cui quest’Istituzione pubblica si prende cura.
L’isma è infatti dedicata, 365 giorni all’anno, a chi fa parte della collettività e vive un disagio - ai giovani immigrati, come agli anziani, a chi vive una disabilità, o a chi ha difficoltà economica ed è alla ricerca di una casa.
Così per Natale abbiamo allestito il mercatino nella nostra sede storica; un mercatino realizzato proprio dagli attori principali di questa storia di solidarietà.
Una prova tangibile, dunque, di quello che siamo riusciti a costruire, oltre che uno spazio fisico in cui incontrarsi e fare il punto di tutto il percorso che rimane ancora da coprire."

L’incontro e il confronto sono anche i punti condivisi dal consigliere Isma, Carlo Testa: “Il nostro intento con quest’iniziativa è, tra gli altri, quello di restituire centralità al rapporto umano e ai valori che fondano e guidano la famiglia. In questo momento di crisi non soltanto economica, ma anche di valori e di identità, se la società vuole rilanciarsi, deve partire da un unico, vero punto fermo: la famiglia”.

Con la II edizione de “ChrIStMAs Days” abbiamo voluto ribadire l’importanza del fare rete e del coinvolgimento attivo di tutti gli attori che a vario titolo operano nel sociale.
Oggi non possiamo pensare di realizzare progetti solidali validi senza una partecipazione integrata che coinvolga istituzioni, associazioni e terzo settore”. Ha concluso il segretario generale Isma, Maria Capozza.

La lotteria della solidarietà,  il cui ricavato sarà destinato al centro diurno Primo Incontro, vede l’estrazione del primo numero estratto sulla Ruota di Roma il prossimo 22 dicembre.