“Le Americhe e noi”, al via la IV edizione del Salone dell’editoria SOCIALE

A Roma dal 18 al 21 Ottobre 2012



“Le Americhe e noi”, il titolo dell  IV edizione del Salone dell’Editoria Sociale ospitato a Roma,  dal 18 al 21 Ottobre 2012, presso Porta Futuro (via Galvani, 108). A pochi giorni dalle elezioni del nuovo presidente degli Stati Uniti, la manifestazione si offre come occasione per riflettere su ciò che succede in quel paese, e soprattutto nelle “americhe”, in quella del Sud come in quella del Nord e nelle tante culture e contraddizioni economiche, politiche sociali che le animano. 

La cultura e l’“american way of life”, i modelli economici e sociali americani hanno profondamente influenzato l’occidente e l’Italia: i comportamenti individuali e i consumi collettivi, i costumi e le mode, l’economia e la politica. Interrogarsi su come è cambiata “l’america” e su come siamo cambiati noi, diventa fondamentale per affrontare un mondo in continua e veloce trasformazione, entrato da cinque anni in una grave crisi economica e sociale.

Dal welfare alle culture sociali, dalla realtà della finanza al ruolo del sindacato e del terzo settore, dalla musica e dal cinema fino alla religione, i legami tra l’occidente, l’Italia e il “modello americano” sono fortissimi e continui. Parlare di “america” vuol dire parlare di noi: di come il welfare debba essere fondato sui diritti e non sulla compassione; di come il terzo settore debba avere un ruolo solidaristico e non residuale; di come la finanza debba essere al servizio dell’economia e non viceversa; di come la politica debba andare a braccetto con la democrazia e non con il populismo e l’autoritarismo; di come l’ambiente sia un bene e non una merce.

Anche per questo, la quarta edizione del Salone dell’Editoria Sociale può dare un contributo su come costruire un futuro più sostenibile e giusto per “le americhe”, per l’Italia e per l’intero pianeta.


17 Ottobre 2012




Al via la terza edizione del Salone dell’Editoria Sociale. Dal 28 ottobre al 1 novembre

Rapporto sull’editoria sociale in Italia