Forte: "Quattro mln di euro per i 157 piccoli comuni del Lazio"

Comunicato Stampa




Ammonta a quattro mln l’intervento dell’Assessorato alle Politiche sociali e Famiglia della Regione Lazio in favore dei 157 piccoli comuni del Lazio. Un finanziamento che si somma ai sessanta milioni di euro per l’attuazione da parte di tutti gli enti locali degli interventi contenuti nei piani di zona distrettuali.
“I piccoli comuni più degli altri stanno risentendo dell’attuale fase di crisi, - ha dichiarato l’assessore alle Politiche sociali e Famiglia, Aldo Forte – aggravata dai tagli orizzontali del Governo e da una manovra, come quella di Tremonti, che non tiene conto delle difficoltà delle famiglie. Alla luce di questo scenario, il nostro intervento appare di grande responsabilità. Perché se gli enti locali si trovano in affanno, il rischio maggiore è quello di vedere ridotti sul territorio i servizi in favore di chi ha maggiormente bisogno. Mi riferisco agli anziani e ai loro familiari che beneficiano dell’assistenza domiciliare. Ai disabili e ai programmi di inserimento lavorativo e di assistenza. Alle coppie che vivono in luoghi privi di asili nido e che non saprebbero a chi lasciare i loro figli per andare a lavoro. Nonché alle madri in difficoltà nel portare avanti la gravidanza. I quattro milioni che abbiamo stanziato serviranno proprio a tutelare queste categorie. E a garantire, attivando interventi ad hoc, i livelli essenziali delle prestazioni socio-assistenziali anche nei comuni più piccoli del Lazio, che a causa delle loro dimensioni e spesso del loro isolamento geografico sono chiamati ad affrontare carenze organizzative ed economiche maggiori”.
“Il nostro impegno, però, - aggiunge Forte – non si sta limitando a garantire risorse importanti, come questi quattro milioni con cui rispondiamo alle situazioni difficilmente prevedibili nella programmazione distrettuale. Ma, con la nostra proposta di legge sui servizi sociali del Lazio, sta procedendo nella direzione di una riforma strutturale del sistema socio-sanitario, con la quale colmare la disomogeneità che in alcuni casi si registra nella distribuzione e nell’attuazione degli interventi tra i diversi territori regionali”.
I quattro milioni di euro sono stati assegnati ai distretti secondo i seguenti criteri: il 50 per cento in base al numero dei comuni con popolazione inferiore ai duemila abitanti presenti in ciascun distretto; l’altro 50 in base al numero degli abitanti dei piccoli comuni.
Secondo questi criteri le risorse regionali sono state così ripartite: 995.327 euro ai trentacinque piccoli comuni della provincia di Frosinone; 162.330 euro ai sei della provincia di Latina; 1.206.334 euro ai cinquantaquattro della provincia di Rieti; 1.111.498 euro ai quarantaquattro della provincia di Roma; 524.511 euro ai diciotto della provincia di Viterbo.


25 Luglio 2011