Grande successo del convegno “L’ipertensione in un giorno”

10 milioni di italiani ipertesi



Si è svolto ieri (ndr. 17 maggio 2011) presso l’Aula Magna dell’Università “La Sapienza” di Roma, in occasione della VII Giornata mondiale contro l’Ipertensione, il Convegno “L’ipertensione in un giorno” promosso dall’IPAB Istituti di S. Maria in Aquiro (ISMA), l’Università La Sapienza, il World Hypertension Day e con il patrocinio, tra gli altri, del Comune di Roma, della Provincia di Roma e della Regione Lazio.
Davanti ad un’Aula Magna gremita sono intervenuti alcuni tra i migliori esperti sulla patologia dell’ipertensione che secondo le ultime ricerche in Italia colpisce il 21% degli uomini e il 24% delle donne, il che significa che 10 milioni di italiani sono ipertesi.
Durante il Convegno suddiviso in varie sessioni sono stati affrontati i seguenti dibattiti: “Consapevolezza dei segni e sintomi”; “Come prevenire le malattie cardiovascolari”; “L’angolo delle misurazioni: la pressione arteriosa, il fumo, le caratteristiche psicoemozionali e cognitive”; “Il ruolo delle Istituzioni pubbliche di assistenza e beneficenza”.
Proprio in questo ultimo dibattito è intervenuta il Segretario Generale dell’IPAB “Istituti di S. Maria in Aquiro”, Avv. Maria Capozza. “I dati parlano chiaro, un italiano su sei è colpito dall’ipertensione. Lo stress, i ritmi frenetici della vita, l’inquinamento, il fumo, influiscono sempre più negativamente e una delle conseguenze è l’ipertensione. Bisognerà istituire luoghi e centri di prevenzione continua dove i cittadini possano effettuare periodicamente check up e misurare gratuitamente la pressione arteriosa”.
“Noi come IPAB, ha dichiarato il Vicepresidente dell’ISMA, Salvatore Doddi, siamo da sempre attenti alla patologia e siamo disponibili in futuro a sviluppare in sinergia con le altre istituzioni territoriale la possibilità di aprire centri di monitoraggio per la prevenzione dell’ipertensione”.
Durante il convegno molti tra i presenti hanno misurato la pressione arteriosa attraverso le attrezzature messe a disposizione dagli organizzatori. Tra questi anche il rettore dell’Università “La Sapieza”, Luigi Frati.


18 Maggio 2011