Bilancio ISMA in positivo, erogati sostegni a comuni del Lazio, anziani, borse di studio agli studenti e polo museale Palazzo Rivaldi/Colosseo
Il Consiglio di amministrazione dell’Asp Isma, ha dato il via libera al rendiconto 2019 che si chiude con un rilevante avanzo di amministrazione pari a 2.249.322,11. I membri del Cda degli Istituti di Santa Maria in Aquiro, Enrico Gasbarra (presidente), Flavio Conti (vice presidente) e Nicolò Critti hanno approvato il Bilancio dell’ex Ipab e destinato importanti risorse per progetti di carattere sociale finalizzati anche al contrasto dell’emergenza coronavirus.
“Il risultato – spiega il comunicato - è stato raggiunto grazie ad un’attenta gestione volta al consolidamento della situazione finanziaria dell’Ente sia attraverso un’efficiente valorizzazione del patrimonio immobiliare, da cui gli Isma traggono il proprio sostentamento, sia tramite una politica volta al contenimento dei costi. Nel corso dell’anno trascorso – spiega la nota - sono state investite importanti risorse nel settore socio-assistenziale oltre, infatti, alla consolidata gestione del centro polivalente per anziani di Isola Madre, dei centri per l’assistenza a persone con Alzheimer e del centro diurno per minori disabili, in una strategia di sussidiarietà orizzontale sono stati finanziati numerosi progetti in favore dei Municipi di Roma, dei Comuni dell’area metropolitana e di altre Ipab regionali rivolti ad anziani e minori in situazioni di fragilità. L’attenzione ai minori – prosegue il comunicato - si è concretizzata anche attraverso appositi bandi rivolti alle scuole primarie e secondarie oltre che all’erogazione di decine di borse di studio. La vicinanza alle persone più deboli e fragili ha ispirato l’azione della governance al fine di poter rispondere concretamente alle esigenze degli ultimi. Il Cda, inoltre, con l’obiettivo di fronteggiare la crisi legata all’emergenza epidemiologica in corso sia dal punto di vista sociale che da quello economico, grazie anche ai risultati di Bilancio, ha stanziato  ulteriori 350.000 euro attraverso un bando, di prossima pubblicazione, destinato – conclude il comunicato di Isma - ai Comuni del Lazio al di sotto di 15.000 abitanti per sostenere interventi di carattere socio-assistenziali mirati a dare una pronta risposta ai bisogni emergenti, anche attraverso l’eventuale erogazione di buoni spesa rivolti alle persone e ai nuclei familiari in condizioni di oggettiva difficoltà”. " Il cda che è riuscito in soli 6 mesi a completare le procedure per trasformarsi da Ipab in ASP ,in adempimento alla legge regionale, ha ribadito la volontà di portare avanti il progetto del grande polo museale espositivo di Palazzo Rivaldi al Colosseo d’intesa con la Regione Lazio e il Ministero dei Beni culturali.