A Roma il primo parco giochi per bambini disabili

Enel Cuore Onlus ha coperto i costi per i giochi




È Roma la prima città a ospitare il primo di dieci parchi giochi, previsti in dieci comuni d’Italia, accessibili sia ai bambini normodotati, sia con disabilità.
È stato inaugurato, infatti, il 22 luglio il Parco Giochi Primo Sport 0246 alla presenza del sindaco di Roma, Ignazio Marino, con il presidente del CONI, Giovanni Malagò, il presidente del Comitato Paraolimpico Italiano, nonché assessore allo Sport del Comune di Roma, Luca Pancalli, l’Assessore all’Ambiente, Estella Marino, il vicepresidente di Laboratorio 0246, Andrea Benetton e il Consigliere Delegato di Enel Cuore, Gianluca Comin.
Situato di fronte il Palazzetto dello Sport (viale Tiziano), il Parco è stato realizzato su iniziativa dell’Associazione di promozione sociale Laboratorio 0246 in collaborazione con Cuore Enel Onlus che ha sostenuto la Onlus con un contributo destinato a coprire i costi per la produzione di giochi accessibili anche da bambini disabili.
Videosorvegliato e illuminato con tecnologia al led con il contributo di Enel Sole, il Parco, ad accesso gratuito, offre 20 giochi, disposti a formare dei percorsi motori utili a sviluppare le prime capacità del bambino, manualità, mobilità, equilibrio e gioco simbolico, oltre a visite guidate gratuite per le scuole della prima infanzia durante cui i piccoli visitatori potranno svolgere attività ludica e motoria.
Laboratorio 0246 si è valso altresì del sostegno di prestigiosi partner che hanno condiviso l’idea: Aeroporti di Roma, Autogrill, Autostrade per l’Italia, Deoni, Land Rover - Jaguar, Lamaro Appalti, SuisseGas.


24 Luglio 2013