Dalla Regione Lazio 64 milioni di euro per il sociale


Fonte: Sociale Lazio

Piani di zona: la spesa 2013 sarà di 60 milioni, approvate le linee guida




Nel 2013 i Piani di zona dei distretti socio-assistenziali del Lazio potranno contare sulle stesse risorse del 2012: lo ha deciso la Giunta regionale fissando a 60 milioni e 500 mila euro il livello di spesa a disposizione dei Comuni per gli interventi sociali sul territorio. A questi si aggiungono altri 4 milioni di euro destinati al Piano distrettuale per i piccoli Comuni, dedicato esclusivamente ai centri urbani con meno di 2000 abitanti.
Con l’approvazione della delibera, che contiene le linee guida per la redazione dei Piani, la Giunta Zingaretti garantisce la continuità dei servizi e degli interventi socio-assistenziali, a rischio per i ritardi derivati dalla fine anticipata della scorsa legislatura regionale.

“Ancora una volta l’amministrazione regionale da risposte efficaci alle cittadine e ai cittadini del Lazio – dichiara il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti - con il mantenimento dei livelli di spesa dello scorso anno abbiamo sventato il blocco dei servizi e confermato che per questa Giunta le politiche sociali sono una priorità. È necessario recuperare la centralità del welfare sociale in stretto rapporto alle iniziative per lo sviluppo locale e alle politiche sanitarie. Il nostro obiettivo è l’attuazione di una nuova cultura del sociale e della salute”.

“Ho già riunito i sindaci dei Comuni capofila dei distretti – spiega l’assessore alle Politiche sociali, Rita Visini - nelle prossime settimane incontrerò, provincia per provincia, tutti i sindaci e gli assessori alle politiche sociali dei Comuni del Lazio: la Regione ha bisogno del loro contributo per far sì che i Piani di zona siano sempre di più uno strumento efficiente di attuazione della rete dei servizi sociali e dell’integrazione socio-sanitaria. L’obiettivo è quello di strutturare una rete di servizi alla persona tale da garantire con continuità i livelli essenziali degli interventi. Ci arriveremo anche con la legge regionale di recepimento della 328/2000, la legge-quadro nazionale dei servizi sociali: siamo già al lavoro insieme al Consiglio perché venga approvata entro sei mesi".


5 Luglio 2013