Milano: apre il primo negozio “Made in carcere”

Lo store di 200 mq in viale dei Mille è dedicato ai servizi e ai prodotti di aziende nate all’interno delle case circondariali milanesi




Apre a Milano il primo polo italiano dell’economia carceraria. È stata inaugurata oggi, in viale dei Mille 1 angolo piazzale Dateo, la nuova sede dell’Acceleratore d’impresa. Un nuovo store dedicato ai servizi e ai prodotti di aziende nate all’interno delle case circondariali milanesi.

In totale, 200 mq e 5 vetrine su strada messi a disposizione dal Comune di Milano per promuovere un’iniziativa nata dalla cooperazione tra l’assessorato alle Politiche per il Lavoro, il Provveditorato alle Carceri e 15 realtà imprenditoriali. Il risultato è uno store per commercializzare e far conoscere alla cittadinanza quanto di meglio viene realizzato dai detenuti di Bollate, Opera, San Vittore e Beccaria.

“L’inaugurazione di questo nuovo spazio è il giusto punto di arrivo di un percorso volto a valorizzare il lavoro, le professionalità e le imprese nate all’interno delle carceri milanesi. Lavoro, prodotti e servizi che trovano oggi una vetrina per aprirsi alla città e rafforzarsi sul mercato”. Così l’assessore alle Politiche per il Lavoro ha commentato l’apertura della nuova sede dell’Acceleratore d’impresa, precedentemente situato in via Bottego.

“L’impegno dell’Amministrazione comunale per valorizzare le attività produttive svolte in carcere non si conclude certo oggi. Grazie a un finanziamento di 20mila euro sarà realizzato, infatti, un pozzo per l’acqua nel carcere di Bollate, destinato ad alimentare le molteplici attività svolte: dalle serre al maneggio, sino alle lavanderie”.

Il nuovo spazio di via dei Mille consentirà a 15 diverse realtà imprenditoriali, a rotazione, di esporre e vendere i propri prodotti e servizi. Dalla manutenzione del verde e dalle coltivazioni floro-vivaistiche ai lavori di falegnameria, sartoriali e pelletteria. Dai servizi di call center e data entry a quelli di ristorazione, banqueting e catering, passando dalla realizzazione di impianti e quadri elettrici fino alla creazione di mobili ecosostenibili, scenografie e produzioni video.

La finalità della nuova sede dell’Acceleratore d’impresa consiste nell’agevolare i contatti tra imprese carcerarie, imprese esterne e cittadini, nell’ottica di considerare le carceri quali “siti produttivi” e veri e propri incubatori d’impresa.

Lo spazio di piazzale Dateo ospiterà anche incontri, seminari e iniziative a livello nazionale.


Fonte: Comune di Milano