Carceri, Forte: "550mila euro per l’inserimento sociale ex-detenuti"

Comunicato stampa




L’Assessorato alle Politiche sociali e Famiglia della Regione Lazio, con uno stanziamento complessivo del valore di 550 mila euro, ha finanziato otto progetti di inclusione sociale a sostegno di detenuti ed ex detenuti presentati da altrettanti Comuni nei quali sono presenti istituti di prevenzione e di pena.
“Si tratta di una misura con cui, – ha spiegato l’assessore regionale, Aldo Forte,– favorendo prima di tutto il reinserimento lavorativo degli ex detenuti, intendiamo evitare che una volta scontata la pena queste persone vivano nell’isolamento sociale. Un isolamento che in molti casi porta a commettere nuovi crimini e a dover scontare ulteriori condanne, innescando un meccanismo dannoso per il soggetto, le comunità e gli stessi istituti di pena che fanno i conti con i problemi legati al sovraffollamento. E rispetto ai quali, offrire ai detenuti ‘nuove opportunità’, come recita il titolo di uno dei progetti che abbiamo finanziato, può costituire una valida risposta”.
Nel dettaglio, il progetto Nuove opportunità’ verrà realizzato dal Comune di Cassino (25.552,80 euro) con l’obiettivo di favorire il reinserimento lavorativo di detenuti ed ex detenuti tra i 18 e 50 anni, con particolare attenzione ai soggetti con problemi di tossicodipendenza. Sulla stessa scia quello del Comune di Civitavecchia (45.238,11 euro), che realizzerà specifici tirocini occupazionali per venti detenuti. Altro progetto finanziato quello del Comune di Frosinone (95.724,67 euro), che prevede corsi di formazione per il raggiungimento della qualifica di operatore di impianti elettrici. Corsi di alfabetizzazione informatica sono previsti da quello del Comune di Latina (10.351,97 euro), mentre il Comune di Viterbo (54.537,97 euro) realizzerà corsi di rilegatoria e di educazione agricola all’interno della casa circondariale. ‘Il volo della farfalla’ è, invece, il titolo del progetto del Comune di Paliano (7.309,57 euro), con cui gli ex detenuti saranno inseriti direttamente in alcuni servizi comunali, come ad esempio la biblioteca. Oltre alle problematiche di tipo occupazionale , i progetti finanziati dalla Regione puntano anche a superare quelle sociali che possono vivere gli ex detenuti. Come ad esempio il progetto del Comune di Rieti (17.979,10 euro) attento ai rischi connessi alla lunga detenzione. E quello del Comune di Roma (293.305,81 euro), che ospiterà in maniera temporanea in quattro abitazioni ventiquattro ex detenuti privi di alloggio e offrirà accoglienza in una specifica struttura a sei detenuti anziani affidati ai servizi sociali.


30 Settembre 2011